top of page

CHI SIAMO

Siamo un gruppo di appassionati di ciclismo che da molti anni si dedica all'organizzazione di una gara nella categoria Juniores, i cosiddetti puri! Una gara che ha avuto tra i vincitori molti giovani talenti che poi hanno avuto la fortuna di percorrere la carriera da professionista, come Sacha Modolo nel 2005 , Diego Ulissi, nel 2006 , Edoardo Affini nel 2014 , Antonio Tiberi nel 2019 e piazzati di prestigio come Vincenzo Nibali nel 2002. A parte l’albo d’oro viviamo di passioni e sensazioni , come  quelle che ti dà il corridore stremato all’arrivo ,  il respiro affannoso , ogni muscolo teso allo spasimo , il cuore in gola che non ne vuol sapere di calare d’intensità e infine il podio con le braccia al cielo che come d’incanto lenisce ogni dolore:  sensazioni uniche e  universali , proprie del ciclismo ad ogni livello e latitudine.    W IL CICLISMO!   

ORGANIGRAMMA

G.S. AMICI DEL PEDALE 

Alessandro Bacciarelli.jpg

BACCIARELLI ALESSANDRO

Presidente

Gabriele Bellagotti.jpg

BELLAGOTTI GABRIELE

Vice Presidente

PAZZAGLI ALESSANDRO

Vice Presidente

BARTALONI VINCENZO

Consigliere

MARINI GIANCARLO

Consigliere

BIONDI MICHELE

Consigliere

STORIA

La storia del nostro gruppo è giovane,come del resto anche i loro componenti.Il G.S.Amici del pedale nasce nel 1996 dalla volontà di alcuni appassionati che con forza vogliono riportare il ciclismo a Fabbrica,attività che in questa località manca ormai da ben 49 anni!!

La prima corsa organizzata(1997 allievi),realizzata sotto l'attenta regia di Antonio Giuntini della Juventus Lari,si rivela un successo con ben 108 partenti su 124 iscritti,gara vinta dal danese Rasmus Byskov Nelsen.L'anno successivo,spronati anche dall'Amministrazione Comunale di Peccioli che fin da subito ha creduto in noi,riusciamo a mettere in cantiere una gara per la categoria Juniores che conterà 123 partenti su 148 iscritti.

Il 1999 è l'anno della definitiva consacrazione con ben 215 iscritti e 187 partenti.Gara conbattuta,con tantissimo pubblico e un vincitore di prestigio quale il russo Alexander Kolobnev, oggi professionista alla CSC e classificatosi 2° al Campionato del Mondo di Stoccarda 2007 dietro solo a Paolo Bettini.

Dopo le vittorie di Benenati nel 2000 e di Anichini nel 2001 arriva il sospirato salto di qualità:nel 2002 riusciamo ad avere l'agognata qualifica di Gara Nazionale e subito arriva un'altro successo straniero con la prova di forza dello sloveno Grega Bole (7° al campionato del mondo 2003) di fronte a Silvestri e all'altro sloveno Makarovic.

Nel 2003 arriva a Fabbrica il fior fiore della categoria Juniores,con ben 100 atleti extraregionali e 2 rappresentative straniere .La nazionale russa domina la gara in lungo e in largo piazzando 3 atleti sul podio, relegando a distacchi abissali il resto della compagnia che forse aveva sottovalutato la fuga dei ragazzi dell'est,usciti dal gruppo quando mancavano ancora 60 km al traguardo! 

Nel 2004 la nazionale russa si ripete in parte piazzando al 1°posto Urychev e 2°Kochetkov,al 3°posto il bravo Pirazzi.La gara è stata molto bella e si è decisa negli ultimi 2km.con un finale incerto e tiratissimo.E' stata utile al tecnico della nazionale Giancarlo Montedori per visionare lo stato di forma di alcuni atleti.

Nel 2005 c'è stata la riscossa degli italiani con 1° Modolo (7° al campionato del mondo) e 3° Battaglini,con in mezzo (2°)il russo campione europeo a cronometro Sokolov.E' stata una gara molto combattuta risolta in parte a circa 10km.dall'arrivo dove i primi quattro si sono avvantaggiati di circa un minuto ed hanno poi disputato la volata dove Modolo ha tagliato per primo il traguardo per la felicità degli organizzatori e non.

Nel 2006 siamo riusciti ad avere l'etichetta di Gara Internazionale cl.1/1 a Fabbrica erano presenti Sandro Callari C.T.unico delle nazionali e 5 degli 8 atleti che hanno preso parte al Campionato del mondo di Spa in Belgio.Campionato del mondo che poi è stato vinto da Diego Ulissi,   trionfatore del 10° Trofeo San Rocco con un forcing negli ultimi 4 km.al quale nessuno è stato in grado di replicare.

Il 2007 ha visto la rivincita degli stranieri,il russo Alexey Tsatevich si è imposto allo sprint a due sul il forte australiano         Semple Adam vincitore una settimana prima del Giro del Friuli,ad onorare il podio per l'Italia è stato il Veneto Alberto Cecchin.  Bene anche Di Lorenzo miglior giovane e Taliani ripreso su i tornanti di Peccioli.  

Nel 2008 ritorna al successo un atleta italiano e toscano, Nicola Testi che a la meglio sul compagno difuga, il nazionale russo   Konstantin Yakimov che negli ultimi km. ha quasi sempre lavorato da solo e sul traguardo di via Veneto ha dovuto cedere il successo.Terzo il bravo e  sorprendente Simone Camilli dell'Ubaldo Signori.

Nel 2009 ritorna  protagonista la Naz.della Russia con Yakimov Konstantin sul gradino più alto che nella passata edizione si dovette accontentare della seconda piazza,secondo Liam Bertazzo e terzo lo sloveno Pavel Gorenc.

Il 2010 è stato l'anno della nazionale Australiana con ben tre atleti nei primi cinque posti 1°Damien Howson 2°Samuel Spokes 5°Jay Mc Carthy passati tutti al professionismo con ottimi risultati.

Nel 2011 ritorna vincitore un atleta toscano Omar Asti 2°Simone Petilli(oggi in forza alla Lampre)e 3°il bravo Davide Gabburo della Contri Autozai.

Il 2012 è l'anno di un atleta del sud ma in forza ad un Team toscano(Fosco Bessi)Domenico Saldamarco riesce ad andar via ai meno 2km. e il gruppetto dietro non riesce a colmare per una decina di metri lo svantaggio,la volata dei battuti viene vinta da Giacomo Peroni a seguire        Marco Corrà.

Il 2013 si decide allo sprint con una decina di atleti,la spunta il bravo e giovane Giovanni Pedretti della Cremonese,2°Francesco Bartolini della Sidermec e 3°il Camp.Italiano Matteo Trippi.

Nel 2014 il vincitore è uno dei favoriti Edoardo Affini della Contri,parte a Peccioli e percorre i sette km. come un treno e riesce ad incrementare sempre più il vantaggio sul gruppetto inseguitore,dopo nemmeno dieci gg.Affini si laurea Campione Europeo,la volata del 2°e3° posto viene vinta da Vincenzo Albanese su Lorenzo Vallarino.

Nel 2015 la corsa non viene organizzata per problemi economici.

Nel 2016 dopo un 'anno di stop ripartiamo con una gara regionale,La corsa è combattuta sin dall'inizio ma le fughe non assumeranno un vantaggio importante,quindi se la giocano una decina di corridori,vince il veneto Stefano Lira con una prorompente volata aiutato anche dal comportamento scorretto del suo compagno di squadra Della Bianca (verrà classificato ultimo del gruppetto) nei confronti del Campione italiano Mattia Bevilacqua.

Il 2017 vedrà vittorioso sul rettilineo d'arrivo il veneto Mantovani Sebastiano,a seguire sempre del veneto Paladin e Maouran.

Il 2018 causa un calendario a sfavore riusciamo a mettere in cantiere una gara che vede ai primi 3 posti tre toscani:

1°Regnanti Matteo    2°Mugnaini Ettore   3°Barsottelli Matteo.

Ci riscattiamo nel 2019 assengniandoci il Campionato Toscano che vedrà trionfare in solitario il fortissimo Antonio Tiberi che poco tempo dopo vedrà imporsi nel Campionato del mondo a cronometro.

Ai posti d'onore  Francesco Della Lunga e Lorenzo Peschi.

Nel 2021 dopo una combattuta gara a due la spunta il Veneto Costa Pellicciari Nico su il forte Lorenzo Conforti e terzo Giovanni Zordan.

Il 2022 causa elezioni elettorali abbiamo dovuto cercare un'altra data nel giro di poco tempo e ci sarà assegnato l'8 ottobre,sarà un successo,con 3 iridati fra pista e crono più vari campioni stranieri e regionali.

Prima dell'ultimo giro il gruppo è scremato,ai meno 10 parte il fortissimo Scalco ma verrà ripreso appena fuori Peccioli,altri vari tentativi vengono sempre annullati ma non con difficoltà,fino a quando non escono tre dei più forti che poi giungeranno all'arrivo in questo ordine:Luca Rosa,Pavel Novak e Matteo Scalco che quest'ultimo verrà premiato come vincitore del Super Prestige F.W.R. da Rino Baron.

Presente anche il commissario tecnico della nazionale Dino Salvoldi che definirà il percorso molto interessante.

                

bottom of page